raccolta-differenziata-nausicaa

GUIDA ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA
Scopri cosa, come e dove conferire per rispettare le regole della raccolta differenziata

La raccolta del rifiuto Sfalci e Potature si effettua con cassonetto marrone.

SI

  • Solo sfalci e potature senza sacco di nessun tipo

NO

  • Sporte di plastica
  • pannolini e assorbenti
  • escrementi di animali
  • tappi di sughero
  • legno verniciato
  • polvere
  • stracci anche se bagnati
  • scarti di cucina
  • qualsiasi altro materiale di natura non organica

Nel cassone stradale si dovranno conferire esclusivamente piccole quantità di verde prodotto dell’ordinaria amministrazione dei giardini.

Per grandi lavori di manutenzione o grandi quantità è necessario che i cittadini contattino Nausicaa al numero verde 800 015 821.

Ricordiamo che in nessun caso è lecito o giustificabile abbandonare verde o altri materiali accanto ai cassonetti. Ricordiamo inoltre ai cittadini che qualora ricorrano a ditte di giardinaggio per la cura dei propri giardini, queste sono obbligate, per legge, a ritirare e smaltire in modo corretto gli sfalci e le potature, tanto più che i costi di smaltimento sono fatturati a carico del cliente.

La raccolta del rifiuto cartaceo si effettua con cassonetto giallo.

SI

  • giornali
  • riviste
  • libri e quaderni
  • opuscoli
  • fotocopie e fogli vari
  • sacchetti di carta
  • cartone e cartoncino
  • scatole di carta per alimenti
  • cartone per bevande e alimenti in tetrapak
    ( es. latte, succhi di frutta, vino, panna, ecc.)

NO

  • piatti di carta
  • carta chimica o plastificata
  • carta oleata o sporca di colla o altra sostanza
  • nylon
  • cellophane
  • carta carbone
Raccolta carta

La raccolta viene oggi effettuata tramite cassonetti stradali da 2400 lt monoperatore e contenitori da lt. 240-360-770-2000 per raccolta nelle ZAD.
La raccolta differenziata della carta bianca proveniente da uffici, enti, scuole è stata affidata alla Coop. sociale ARCA.

Raccolta cartone

La raccolta del cartone viene effettuata a seguito di ordinanza del sindaco presso gli esercizi commerciali.
La raccolta viene effettuata con periodicità diversificate per le varie utenze, sei giorni su sette dalla Coop. sociale ARCA a cui è stato affidato l’appalto, raccogliendo sulla strada il cartone depositato da rivenditori e commercianti.
E’ da rilevare che il frequente mancato rispetto dell’ordinanza sindacale, per quanto riguarda il giorno e l’orario di esposizione, causa notevoli difficoltà al servizio, con conseguente degrado della città laddove si può vedere cartone esposto quasi tutti i giorni a tutte le ore.

Recuperare carta e cartone significa risparmiare il taglio di migliaia di alberi e contribuire al mantenimento di boschi e foreste. Il recupero della carta ci permette di tutelare migliaia di specie vegetali ed animali e soprattutto è bene ricordare l’importante ruolo che assolvono gli alberi nell’assorbimento dell’anidride carbonica.

La carta ed il cartone costituiscono circa il 11,7% del rifiuto (dato riferito al porta a porta 2016).

La carta ed il cartone possono essere recuperati facilmente, e mandati alle cartiere che ne faranno nuova carta e cartone.

La carta e il cartone possono venir riciclate fino a 6-7 volte.

Per evitare di riempire subito il contenitore con pochi oggetti, i cartoni, le scatole e gli imballaggi devono essere ben piegati e schiacciati.

Per evitare di riempire subito il contenitore con pochi oggetti, i cartoni, le scatole e gli imballaggi devono essere ben piegati e schiacciati.
La raccolta della plastica si effettua con cassonetto bianco.

SI

  • bottiglie per bevande
  • flaconi per shampoo
  • detergenti e cosmetici
  • contenitori per liquidi in genere
  • bicchieri di plastica
  • sacchetti per la spesa buste in plastica
  • pellicole
  • vaschette e contenitori per alimenti (yogurt)
  • confezioni per merende e alimenti
  • confezioni per uova e simili
  • reti per frutta e verdura
  • contenitori per surgelati
  • cellophane
  • polistirolo

NO

  • oggetti in plastica che non sono imballaggi
  • giocattoli
  • grucce appendiabiti
  • tappetini
  • spugne e stracci
  • piatti e posate di plastica
  • arredi in plastica
  • elettrodomestici in plastica
  • gomma
  • materiali edili

Se non riciclati, i materiali di plastica rimarranno per secoli ad occupare spazio nelle discariche perché sono dei materiali che hanno una vita molto lunga. Il riciclo della plastica ci permette anche di realizzare altri prodotti di uso quotidiano con un notevole risparmio di energia e materie prime.

Per esempio:

  • con un flacone di plastica è possibile tenere accesa una lampadina da 60 Watt per un ora e mezza
  • con due vaschette di plastica è possibile avere lo stesso potere calorifero di circa 42 grammi di gas metano (NH4)
  • con 60 bottiglie dell’acqua è possibile realizzare l’imbottitura di un piumino matrimoniale

La plastica costituisce circa il 6,2% (Porta a Porta 2016) del rifiuto.
Con la plastica riciclata si producono giochi, arredo urbano ( panchine, cordoli stradali, ecc.).

Quando possibile, ridurre il volume degli imballaggi in plastica e sciacquare i contenitori prima di inserirli dentro i cassonetti.

La raccolta di vetro alluminio e lattine si effettua con campana o cassonetto di colore verde.

SI

  • bottiglie
  • vasetti di vetro, sciacquati
  • bicchieri di vetro
  • vetri vari, anche rotti
  • lattine per bibite e conserve che riportano la sigla “Al“
  • fogli e vaschette di alluminio
  • scatolette in metallo per alimenti( tonno, pelati)
  • bombolette spray private dei nebulizzatori in plastica

NO

  • contenitori in alluminio etichettati per materiali pericolosi, tossici, infiammabili o corrosivi
  • oggetti in ceramica e porcellana ( piatti, tazzine, ecc. )
  • lampadine
  • lampade fluorescenti ( es. neon) che in quanto rifiuti urbani pericolosi devono essere conferiti alla Ricicleria di Via Berneri.
  • oggetti troppo ingombranti che devono essere conferiti alla ricicleria oppure ritirati da Nausicaa previo appuntamento (es. specchiere )
  • contenitori etichettati “T” e/o “F”

Il vetro è un materiale riciclabile al 100% e per innumerevoli volte. La raccolta differenziata di questo materiale e il suo riciclo comportano vantaggi e risparmi notevolissimi per la collettività.
Le lattine di alluminio sono il solo materiale da imballaggio che copre abbondantemente i costi di raccolta e di rilavorazione. Riciclare 40 lattine di alluminio per bibite è pari al risparmio di quasi 4 litri di benzina. Nel 2006, gli americani hanno riciclato abbastanza lattine di alluminio da conservare l’energia equivalente a 15 milioni di barili di petrolio.

Vetro e alluminio sono riciclabili all’infinito.
Da 100 kg di rottame di vetro si producono 100 kg di nuovo vetro.
Vetro e lattine costituiscono l’11,18% del rifiuto (Porta aPorta 2016).

La raccolta del rifiuto indifferenziato si effettua con cassonetto di colore grigio.

SI

  • oggetti in plastica e gomma che non siano contenitori o imballaggi
    (spazzolino, piatti e stoviglie in plastica)
  • stracci sporchi e spugne sintetiche
  • carta chimica
  • carta plastificata
  • carta oleata o sporca di colla o di altre sostanze non organiche
  • pannolini e assorbenti
  • polvere
  • oggetti in legno verniciato
  • giocattoli che non siano elettrici od elettronici
  • cocci di vasi e porcellana
  • cassette audio e video
  • CD
  • penne
  • nylon (es. calze)
  • cosmetici
  • lampadine

NO

tutte le tipologie di rifiuto recuperabile che possono essere raccolte dal servizio porta a porta o che possono essere ritirate attraverso i servizi messi a disposizione da Nausicaa sul territorio ( Ricicleria, raccolta domiciliare ingombranti, contenitori per farmaci, contenitori per pile)

I rifiuti indifferenziati devono essere immessi nel cassonetto grigio dentro a sacchetti di plastica. È vietato conferire rifiuti sciolti, poiché aumentano i cattivi odori e sporcano l’interno del cassonetto.

È vietato lasciare rifiuti ingombranti accanto ai cassonetti, è corretto telefonare al numero verde di Nausicaa per prenotare il ritiro.

Nel cassonetto grigio possono essere conferiti tutti quei rifiuti che ancora si possono riciclare. Prima di gettare i vostri rifiuti in questo cassonetto pensate a ciò che potete ancora differenziare e se avete dei dubbi chiedete ad Nausicaa. Una migliore efficienza nella separazione dei rifiuti porta anche a una diminuzione dei costi di smaltimento e, quindi, anche al contenimento delle tariffe a carico dell’utente.
Se effettuate una raccolta differenziata con attenzione getterete ben poche cose nel cassonetto grigio.

I rifiuti indifferenziati, cioè non recuperabili, sono circa il 20% dei rifiuti domestici.

Potete restituire i medicinali scaduti alle farmacie e agli ambulatori delle ASL (Aziende Sanitarie Locali), che dispongono degli appositi contenitori per la raccolta differenziata dei farmaci.

I farmacisti e i responsabili degli ambulatori ASL possono chiamare il nostro numero verde 800 015 821, sia per richiedere i contenitori che per richiederne lo svuotamento.

Prima di consegnare i medicinali scaduti si devono togliere le scatole e i foglietti illustrativi, che vanno riciclati con la carta. Potete fare lo stesso per le pillole in flaconi di vetro, destinando i flaconi alla raccolta del vetro. Togliendo gli imballaggi ridurrete le dimensioni dei medicinali da portare in farmacia e avvierete al recupero tanti materiali utili.

Fate molta attenzione a non lasciare i farmaci (pillole, flaconi, ecc.) alla portata dei bambini, potrebbero ingerirli con gravi conseguenze!

Altrettanta attenzione deve essere prestata qualora si debbano smaltire siringhe usate. Mai per nessuna ragione si possono conferire siringhe con l’ago non in sicurezza, ne va della sicurezza dell’operatore che effettua la raccolta! Il corretto smaltimento delle siringhe avviene portando le stesse presso la Ricicleria.

Le bombole esaurite di gas liquido sono potenzialmente molto pericolose e certamente inquinanti.
Quando acquistate una nuova bombola i rivenditori sono tenuti a ritirare quella vecchia. Solo i rivenditori sono autorizzati al ritiro delle bombole usate.

Nausicaa non è autorizzata al ritiro della bombole, né a domicilio, né in Ricicleria.

Non lasciate mai le bombole esaurite nei pressi dei cassonetti, né abbandonatele nell’ambiente, sono altamente inquinanti! Non gettatele nei cassonetti! Le bombole possono esplodere nel trasporto o nel trattamento dei rifiuti, causando danni a persone e cose.

Segnalate al nostro numero verde 800.015.821 oppure al 0585/644311 l’eventuale presenza di bombole in luoghi non idonei.

La bombola del gas da cucina è un oggetto potenzialmente pericoloso. Infatti una bombola piena (e che si sa essere piena) viene tenuta chiusa mentre quando è esaurita spesso avviene di lasciarla all’aperto, semichiusa. In queste condizioni una bombola può esplodere in quanto la modesta quantità di gas ancora presente all’interno si può incendiare.
I recipienti contenenti gas non devono essere esposti all’azione diretta dei raggi del sole, né tenuti vicino a sorgenti di calore o comunque in ambienti in cui la temperatura possa raggiungere o superare i 50°C.

.

Nei negozi che vendono pile e materiale elettrico e nei supermercati si trovano anche i contenitori per la raccolta delle pile esaurite.
 Quando dovete comprare le pile nuove portate con voi quelle vecchie e lasciatele al negozio.
Non gettate mai le pile nei cassonetti, né abbandonatele nell’ambiente, sono altamente inquinanti!
Quando è arrivato il momento di sostituire le pile ai vostri apparecchi portatili (radio, lettori mp3, telefonini, ecc.) portate quelle vecchie al negozio, che è attrezzato per la raccolta differenziata. In alternativa è possibile il conferimento diretto e gratuito presso la Ricicleria di via Berneri.
Ogni negozio o supermercato che vende pile dispone di un apposito contenitore per la raccolta delle pile esaurite.
I negozianti possono chiedere al numero verde 800 015 821 la consegna dei contenitori e, quando sono pieni, il loro svuotamento.
Ricordate che le pile contengono elementi chimici che avvelenerebbero l’ambiente se abbandonati in maniera irresponsabile.

Toner esauriti per stampanti laser e fotocopiatrici, cartucce di inchiostri e prodotti simili possono essere riconsegnati ai rivenditori che effettuano il servizio di recupero o portati gratuitamente alla Ricicleria Nausicaa.

Le Aziende che hanno necessità di smaltire questi materiali devono farlo rivolgendosi a ditte autorizzate come previsto dalla legge. Poiché Nausicaa non è autorizzata a trattare questi tipo di rifiuti provenienti da utenze commerciali non è possibile utilizzare il servizio di Ricicleria.

Le batterie per auto e moto non si conferiscono nei cassonetti ma possono essere portate alla nostra Ricicleria.

Il servizio Ricicleria è disponibile solo ed esclusivamente per le utenze domestiche che effettuino sostituzioni “fai da te”; ai cittadini ricordiamo che i rivenditori presso i quali si acquistano le batterie possono aver attivato un servizio di ritiro del vecchio, secondo la formula dell’1×1.

Non possono usufruirne elettrauto, officine, ecc. che devono smaltire, per legge, ricorrendo a ditte autorizzate.

Per segnalare la presenza di batterie abbandonate o per avere maggiori informazioni su come smaltire le proprie, si può telefonare al nostro numero verde 800 015821
Vi ricordiamo che le batterie esauste contengono pericolosi elementi chimici che inquinerebbero gravemente terreni e acque, perciò non devono assolutamente essere abbandonate sul territorio.

L’abbandono di rifiuti pericolosi, come le batterie, costituisce un reato penale.

Il contenimento e lo smaltimento dei rifiuti rappresenta uno dei problemi più gravi che le città italiane devono affrontare. Il loro aumento determina due inevitabili conseguenze: la graduale e veloce saturazione delle discariche con un forte incremento dei costi; l’incenerimento di grandi quantità di rifiuti con tutti i problemi connessi in termini di emissioni dannose.

Per far fronte a questo problema, recependo le direttive comunitarie, la legislazione nazionale punta a ridurre la quantità di rifiuti da trasferire in discarica o all’incenerimento, grazie ad un progressivo aumento delle quantità riciclate. Gli obiettivi della legge prevedono di raggiungere il 65% di differenziata.

A seguire un esempio di quelli che possono essere i vantaggi derivanti dalla Raccolta Differenziata:
Minori danni all’ambiente: l’ambiente urbano ne beneficia, riducendo così anche i rischi per la salute dei cittadini. 
Ad esempio attraverso il recupero della carta si abbattono meno foreste.
Infatti per produrre una tonnellata di carta da cellulosa vergine occorrono (*):

  • 15 alberi
  • 440.000 litri d’acqua
  • 7.600 Kwh di energia elettrica

Per produrre una tonnellata di carta riciclata (da carta da macero)(*):

  • 0 alberi
  • 1.800 litri d’acqua
  • 2.700 kWh di energia elettrica

Un altro esempio, riciclare un chilogrammo di alluminio può far risparmiare (*):

  • 8 kg di bauxite
  • 4 kg di prodotti chimici
  • 14 kWh di elettricità

(*) dati presi dai siti dei consorzi Comieco e Cial.
Crescita economica ed occupazionale: sono nate molte imprese nel settore del riciclaggio, ma i posti di lavoro in questo settore possono aumentare. Più si ricicla più posti di lavoro si creano!